Agonista ascetica

Motore e trasmissione

Il cuore della nuova Speedster, un sei cilindri boxer aspirato quattro litri, deriva dalla 911 GT3. Che si tratti di un motore GT impeccabile e di impatto altamente emotivo lo dimostra già il suo concetto di regime elevato: La potenza massima di 510 CV (375 kW) si raggiunge a 8.400 giri/min, il regime massimo arriva a 9.000 giri e la coppia massima di 470 Nm è disponibile a 6.250 giri/min. Con un peso a vuoto della vettura pari 1.465 chilogrammi si ottiene un rapporto peso/potenza estremamente sportivo di 2,87 kg/CV. Ciò garantisce un temperamento molto dinamico: la nuova 911 Speedster scatta da 0 a 100 km/h in 4,0 secondi, copre il quarto di miglio (400 metri) con partenza da fermo in 11,9 secondi e raggiunge una velocità massima di 310 km/h.

Rispetto al propulsore finora montato sulla 911 GT3, quello della Speedster è dotato di due filtri antiparticolato per motori benzina (OPF) e soddisfa così la normativa sui gas di scarico Euro 6d-TEMP-EVAP-ISC. Tuttavia, il motore a quattro valvole sviluppa dieci CV in più. Questo grazie a numerose migliorie nei dettagli, come gli iniettori con pressione di iniezione fino a 250 bar e getto ottimizzato nonché un impianto di aspirazione modificato con valvole a farfalla singole. Ciò fornisce anche una risposta ancora più spontanea ai comandi di accelerazione.

Un'altra novità è l'impianto di scarico a parete sottile estremamente moderno: Il componente high-tech beneficia di un'innovativa tecnologia di saldatura e, grazie ai pre-silenziatori integrati, pesa dieci chilogrammi in meno inclusi entrambi i filtri antiparticolato. Nella zona del motore, questo risparmio di peso ha un effetto positivo sul bilanciamento tra l'asse anteriore e posteriore. Al contempo, l'impianto di scarico assicura emissioni più contenute, accentua l'inconfondibile suono del motore e, con i suoi doppi terminali di scarico leggeri, da 90 millimetri di diametro ciascuno, fornisce anche visivamente un'inconfondibile dichiarazione di potenza.

La stabilità a regime massimo di questo motore boxer aspirato è dovuta alle numerose tecnologie che si sono affermate anche nel mondo delle corse. Così i bilancieri delle valvole fanno a meno della compensazione idraulica del gioco. Una distribuzione fissa con idonea conformazione delle molle valvole, tarata sempre con precisione su regime e condizioni di carico da parte della regolazione degli alberi a camme VarioCam, garantisce la stabilità richiesta anche nelle condizioni più severe. Anche l'alimentazione dell'olio del sei cilindri attinge dall'esperienza delle corse: La lubrificazione a carter secco funziona con sette stadi di aspirazione complessivi, mentre la pompa dell'olio garantisce la pressione ottimale dell'olio in ogni condizione d'esercizio. I componenti altamente sollecitati come i cuscinetti di biella vengono lubrificati direttamente dalla pompa dell'olio, tramite un afflusso centrale nell'albero motore.

Trasmissione: cambio manuale con doppietta automatica

In linea con il suo status di sportiva particolarmente dinamica, Porsche offre la 911 Speedster esclusivamente con cambio manuale GT a sei rapporti, che coinvolge il conducente al massimo e offre un'esperienza di guida altamente emozionante. Rispetto al cambio a doppia frizione Porsche Doppelkupplung (PDK), questo cambio manuale ha un vantaggio di peso pari a circa 17 chilogrammi ed è quattro chilogrammi più leggero rispetto al cambio manuale a sette rapporti della 911 Carrera serie 991. Ciò è dovuto all'eliminazione della settima marcia e del pendolo centrifugo sul volano bimassa.

Al cambio di marce sportive provvede la funzione di doppietta automatica. Compensa con doppiette mirate le differenze di giri in scalata e riduce così l'influsso della coppia di trascinamento sul comportamento di guida, innalzando il piacere di guida e aumentando la sicurezza. Un'altra novità: la funzione può essere attivata in ogni momento e indipendentemente dal sistema di sospensioni variabile PASM (Porsche Active Suspension Management). Un differenziale autobloccante meccanico sull'asse posteriore con effetto bloccante asimmetrico completa il comportamento sportivo nella trasmissione della potenza.

next item
Telaio e sistemi di assistenza
previous item
Pacchetto Heritage Design