Più E-Performance per la Cayenne

La nuova Cayenne E-Hybrid

Porsche sta implementando coerentemente la propria strategia ibrida orientata alla performance anche nella nuova Cayenne: con una potenza del motore elettrico aumentata di oltre il 43% e circa il 30% in più di capacità della batteria rispetto al modello precedente, la nuova Cayenne E-Hybrid combina la miglior dinamica di guida della categoria con un'efficienza decisamente ottimale. Il potente V6 da tre litri (250 kW340 CV) abbinato al silenziosissimo motore elettrico (100 kW/136 CV) garantiscono una potenza pari a 340 kW (462 CV). Già a valori poco superiori al minimo, è possibile contare su una la coppia massima di 700 Nm. Come nel caso dei nuovi modelli ibridi della Panamera, la strategia di «boost» corrisponde a quella della supersportiva 918 Spyder. L'ibrido plug-in della Cayenne è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 5,0 secondi raggiungendo una velocità massima di 253 km/h. Grazie al motore elettrico la nuova Cayenne E-Hybrid riesce a percorrere 44* chilometri a una velocità massima di 135 km/h  zero emissioni. Il consumo medio della 4x4 nel nuovo ciclo di guida europeo (NEDC) è di 3,4 – 3,2 l/100 km di carburante e 20,9 – 20,6 kWh/100 km di elettricità, a seconda del treno di pneumatici utilizzati.

Contemporaneamente all'introduzione della Cayenne E-Hybrid, Porsche sta ampliando la sua gamma di sistemi di comfort e assistenza per l'intera serie costruttiva della Cayenne con l'introduzione di ulteriori innovative opzioni. Tra le altre cose, il nuovo Head-up-Display, il copilota digitale intelligente Porsche InnoDrive comprensivo di Tempostat con funzione di controllo della distanza e assistente di corsia attivo, sedili massaggianti, parabrezza riscaldato, riscaldamento a veicolo fermo telecomandato e cerchi in lega da 22 pollici sono inclusi nella lista degli optional disponibili. Il futuro ampliamento prevede inoltre l'introduzione del Remote Park Assist. Con questo pacchetto di nuove funzioni comfort e sicurezza, tra le altre cose sarà possibile gestire e guidare la Cayenne a distanza mediante smartphone verso uno stallo di parcheggio o nel garage di casa.

La potenza di 462 CV e la strategia di «boost» della 918 Spyder

Porsche ha intrapreso la strada dell'elettrificazione nel suo SUV di lusso già nel 2010: La Cayenne S Hybrid è stata sicuramente pioniera nel suo segmento di appartenenza: un ruolo che nel 2014 ha svolto anche la Cayenne S E-Hybrid con l'introduzione della tecnologia ibrida plug-in. Il successivo passo logico sulla strada dell'elettromobilità è rappresentato dalla nuova Cayenne E-Hybrid. Mentre la potenza del motore a combustione rispetto al modello precedente si vede moderatamente superiore di cinque kilowatt (sette CV) salendo quindi a 250 kW (340 CV), il motore elettrico da 100 kW (136 CV) ora presenta il 43% di potenza in più. Il tutto si somma a una potenza complessiva di 340 kW (462 CV): un valore superiore a quello del modello precedente di 34 kW (46 CV). Anche la capacità della batteria e quindi l'autonomia elettrica, oltre alle riserve di «boost» si vedono quindi potenziate: rispetto al modello precedente, la capacità passa infatti da 10,8 a 14,1 kWh, il che indica un aumento di circa il 30%.

Un'altra novità è la strategia di «boost» derivata dalla supercar 918 Spyder, per cui il veicolo elettrico può essere utilizzato in tutte le modalità di marcia con una potenza ancora maggiore. Pertanto, alla pressione del pedale dell'acceleratore è subito possibile contare su una coppia di 700 Nm. La risposta spontanea assicura un'esperienza di accelerazione impressionante e unica nel segmento. Da ferma la Cayenne E-Hybrid passa da 0 a 100 km/h in 5,0 secondi. Vale comunque la pena di ricordare che il SUV raggiunge la velocità massima di 253 km/h anche combinando motore a combustione e motore elettrico nella modalità Sport Plus del pacchetto Sport Chrono di serie. A seconda della situazione di guida e della potenza richiesta dal conducente, la coppia di sovralimentazione è sempre disponibile a qualsiasi regime, il che determina un'esperienza di guida ancor più all'insegna di agilità e sicurezza.

L'ambito di applicazione del supporto alla sovralimentazione e la ricarica della batteria dipendono dalle singole modalità di marcia. Nelle modalità Sport e Sport Plus, mirate alla performance, quasi tutta l'energia generata dalla batteria può essere utilizzata per potenziare le prestazioni. In modalità Sport, la batteria viene ricaricata a un livello sufficiente per il re-boosting, mentre In modalità Sport Plus, invece, la batteria viene ricaricata il più rapidamente possibile. Infine, nelle altre modalità l'energia per il boosting si vede limitata, a tutto vantaggio dell'efficienza di marcia.

Modalità di marcia per una guida efficiente e sportiva

La nuova Cayenne E-Hybrid si adatta più che mai alle diverse esigenze di guida: a tal fine il sistema di comando è infatti dotato di diverse modalità di marcia. Nella nuova arrivata di casa Porsche l'accento è posto sulle prestazioni, come si può vedere falla dotazione di serie con il pacchetto Sport Chrono. Le quattro modalità E-Power, Hybrid Auto, Sport e Sport Plus possono essere selezionate tramite il selettore al volante. Premendo un pulsante, il Sport Response Button centrale genera una risposta particolarmente immediata del veicolo per 20 secondi, garantendo così prestazioni ancora migliori, ad esempio per sorpassi più fluidi e rapidi. Sono inoltre disponibili le due modalità E-Hold e E-Charge, attivabili agendo sul Porsche Communication Management (PCM). Inoltre mediante la console centrale è possibile attivare la modalità di guida Individual per una configurazione personalizzata.

Guida elettrica con un'autonomia fino a 44* chilometri

La Cayenne E-Hybrid si avvia sempre in modalità E-Power, che esalta le prestazioni elettriche. A tal fine, il motore elettrico e l'intero sistema ad alta tensione dispiegano al massimo le proprie potenzialità generando una potenza massima di 100 kW (136 CV) e 400 Nm. Il conducente può dosare l'interazione tra motore elettrico e motore a combustione premendo in un punto posto del pedale dell'acceleratore, generato dal sistema di comando e fino al quale il SUV sfrutta la propulsione elettrica. Una volta superato intenzionalmente il punto di pressione viene attivato il motore a combustione, che sfrutta al massimo il potenziale propulsivo disponibile.

In modalità E-Power, se la batteria è sufficientemente carica, è disponibile la funzione E-Launch, grazie alla quale, se si preme il freno tenendo il pedale dell'acceleratore sul punto di pressione, una volta rilasciato il pedale la Cayenne E-Hybrid accelera al massimo in modalità elettrica. Per il controllo delle prestazioni, il quadro strumenti mostra al conducente l'attivazione della funzione. In modalità E-Power, completamente elettrica, la nuova Cayenne E-Hybrid raggiunge una velocità massima di 135 km/h a fronte di un'autonomia massima di 44* chilometri (NEDC). Nel caso in cui, però, il livello minimo di carica della batteria per la modalità E-Power venga superato per difetto, il veicolo passa automaticamente in modalità Hybrid Auto.

Guidare in modo efficiente in modalità intelligente Hybrid Auto

La nuova modalità intelligente Hybrid Auto garantisce un funzionamento estremamente efficiente ed ottimale della Cayenne E-Hybrid nel traffico urbano e interurbano. Al fine di offrire la miglior interazione possibile tra motore elettrico e motore a combustione, sulla base delle informazioni su profilo di guida, stato di carica, topologia e velocità la centralina del gruppo propulsore calcola la strategia operativa ottimale. A seconda di quanto rilevato, il sistema opta per una guida puramente elettrica per le situazioni di guida in cui ciò risulta maggiormente vantaggioso in termini di efficienza complessiva. Quando il sistema di navigazione è attivo, viene poi presa in considerazione anche la distanza dalla destinazione impostata. A seconda di quanto vi è ancora da percorrere, la batteria viene caricata in modo efficiente alle velocità più elevate spostando il punto di carico.

E-Hold ed E-Charge: a decidere è il conducente

Il menu ibrido del PCM consente al conducente di impostare manualmente la modalità operativa del motore ibrido. In tale contesto, in alternativa alla modalità Hybrid Auto, è possibile selezionare direttamente le funzioni E-Hold ed E-Charge. Mentre la modalità Hybrid Auto mira a massimizzare l'efficienza della guida elettrica per ridurre al minimo i consumi di carburante, la modalità E-Hold permette di mantenere costante il livello di carica della batteria, per cui l'energia risparmiata viene poi resa disponibile per la guida o il «boost». In modalità E-Charge, invece, la batteria viene ricaricata dal motore a combustione durante la guida. Grazie a tale spostamento del punto di carico il conducente ha la possibilità di incrementare in anticipo l'autonomia elettrica, per poi sfruttarla in seguito, ad esempio, nel contesto urbano.

Sensazioni da sportiva: Sport e Sport Plus

Le modalità E-Power e Hybrid Auto, mirate alla massima efficienza, sono solo un lato della Cayenne E-Hybrid. Con la semplice pressione di un pulsante, il conducente può sperimentare l'altro lato grazie al pacchetto Sport Chrono, offerto di serie nelle modalità Sport e Sport Plus, maggiormente orientate alla performance. La modalità Sport consente di assaporare appieno lo spirito Porsche guidando agilmente su strade e autostrade. Motore e autotelaio passano all'assetto sportivo. Lo stato di carica della batteria viene limitato al livello minimo per una maggiore propulsione e al fine di garantire uno stile di guida sportivo in qualsiasi momento. La modalità Sport Plus è volta alla massima sportività, per cui motore e autotelaio vengono gestiti con un occhio particolare alle performance. Nel caso della Cayenne E-Hybrid, la modalità Sport Plus differisce anche dalla modalità Sport in quanto il caricamento della batteria avviene più rapidamente, il che consente un «boost» più frequente e più esteso. In entrambe le modalità il motore a combustione è sempre in funzione. In modalità Sport Plus la Cayenne E-Hybrid raggiunge la velocità massima di 253 km/h.

Un nuovo modulo ibrido per prestazioni ottimali e risposte rapide e spontanee

Cayenne E-Hybrid è un ibrido parallelo in cui motore elettrico e motore a combustione agiscono direttamente sul gruppo propulsore. Come motore a combustione, viene utilizzato un nuovo motore V6 per prestazioni ottimali con una cilindrata di 3,0 litri e turbocompressione. L'unità di propulsione è combinata con una nuova macchina sincrona a eccitazione permanente. Derivato dalla Porsche 918 Spyder, il motore elettrico è stato convertito da un'architettura a rotore interno a un'architettura a rotore esterno: una struttura nella quale lo statore stazionario raffreddato a liquido è circondato dal rotore mobile. La nuova macchina offre maggiore potenza, migliore efficienza e buona controllabilità per risposte rapide e spontanee. Il nuovo modulo ibrido è costituito da un insieme integrato composto da motore elettrico e frizione separatrice. Contrariamente a quanto accadeva con il precedente sistema elettroidraulico con attuatore a mandrino, la frizione separatrice viene azionata elettromeccanicamente, il che implica tempi di reazione ancor più rapidi.

Nuova batteria con il 30% di capacità in più

La batteria della Cayenne E-Hybrid dimostra i progressi compiuti nello sviluppo tecnologico: Nonostante la maggiore capacità di carica, dell'ordine del 30% il più e per un totale di 14,1 kWh, con i suoi 138 chilogrammi la batteria non è diventata più pesante. Una strategia di carica sviluppata specificamente per questi modelli evita scariche profonde, il che consente una lunga durata di funzionamento. Inoltre, ciò permette di riavviare senza problemi il veicolo ad alimentazione elettrica anche dopo estesi periodi di inattività.

La batteria raffreddata a liquido è installata sotto il piano di carico nella parte posteriore del veicolo ed è composta da otto moduli, ciascuno con 13 celle prismatiche agli ioni di litio. Gli anodi delle celle sono ottimizzati in base alla corrente assorbita, in modo che eventuali problemi legati a elevati livelli di corrente possano essere facilmente superati durante il supporto dell'azionamento o durante il recupero dell'energia. Allo stesso tempo, grazie a una struttura ottimizzata e ad un ulteriore sviluppo della chimica delle celle, la capacità delle stesse è stata aumentata da 24 Ah a 37 Ah rispetto al modello precedente.

Il sistema di ricarica plug-in prevede la presenza di un nuovo connettore ancor più facile da utilizzare. Il modulo del pulsante di caricamento visualizza l'attuale livello di caricamento tramite un LED e consente di commutare da ricarica temporizzata a ricarica immediata con la semplice pressione di un pulsante. Il timer per la ricarica ritardata può essere programmato tramite il PCM o attraverso la Porsche Connect App. I tempi di ricarica variano a seconda del caricabatterie di bordo e della sorgente di alimentazione. Il modo più rapido per trasferire energia è rappresentato da un commutatore per correnti forti in combinazione con il caricabatterie di bordo opzionale da 7,2 kW. La dotazione di serie include anche un caricatore di bordo da 3,6 kW. Il cavo di ricarica opzionale (modalità 3) consente inoltre di caricare la Cayenne E-Hybrid presso le colonnine di ricarica pubbliche.

Nuovo Tiptronic S a otto rapporti e Porsche Traction Management (PTM) regolato

Porsche ha riprogettato il gruppo propulsore della Cayenne E-Hybrid. Grazie alle innovazioni apportate, ora la potenza viene trasferita attraverso il nuovo Tiptronic S a otto rapporti, sviluppato per l'intera serie Cayenne. Il cambio automatico non si limita a garantire un avvio più confortevole e senza strappi, ma anche tempi di commutazione significativamente più rapidi. Inoltre è stato possibile ridurre ulteriormente i tempi di interruzione della trazione durante la commutazione.

La Cayenne E-Hybrid è dotata di una trazione integrale Hang-On attiva con frizione lamellare mappata a controllo elettronico. Il Porsche Traction Management (PTM), con l'ampia distribuzione della coppia, offre chiari vantaggi in termini di dinamica di guida, agilità, controllo della trazione e prestazioni fuoristradistiche.

Autotelaio e freni con tutti gli optional Cayenne

Con l'autotelaio completamente ridisegnato, la Cayenne E-Hybrid offre le stesse dinamiche da sportiva tipiche di tutti gli altri modelli della nuova generazione Cayenne. Il Porsche Active Suspension Management (PASM) è di serie. A richiesta, per la prima volta in un modello ibrido, il Porsche Dynamic Chassis Control (PDCC) è disponibile anche come optional su ibrido, e lo stesso dicasi per il gancio di traino per carichi fino a 3,5 tonnellate.

La Cayenne E-Hybrid è equipaggiata di serie con un impianto frenante in ghisa. Seguendo la livrea Porsche, le pinze dei freni sono di color verde acido, ma sono disponibili anche in nero. A richiesta, il nuovo Porsche Surface Coated Brake (PSCB) è disponibile anche con pinze dei freni di colo verde acido oppure in bianco. In alternativa è disponibile anche il Porsche Ceramic Composite Brake (PCCB), testato in pista. Le pinze presentano un rivestimento di color verde acido oppure in giallo.

Nuove modalità di visualizzazione e di comando specificamente pensate per veicoli ibridi

Le modalità di visualizzazione e di comando della nuova Cayenne E-Hybrid sono state completamente ripensate e corrispondono sotto molti aspetti a quelle della 918 Spyder. L'elemento più evidente è il selettore di modalità del pacchetto Sport Chrono di serie, con il quale è possibile commutare tra le varie modalità di guida direttamente sul volante. Anche per quanto riguarda le visualizzazioni del quadro strumenti, specificamente sviluppate per veicoli ibridi, Porsche si è ispirata a quelle della 918 Spyder. Il misuratore di potenza centrale fornisce informazioni sull'energia attualmente utilizzata o recuperata, mentre l'assistente al «boost» fornisce informazioni sulla corrente disponibile per l'aumento di prestazioni. L'Hybrid Assistant aiuta il conducente a dosare la potenza del motore elettrico, visualizza il punto di attivazione del motore a combustione e mostra anche l'autonomia residua prevista. Il nuovo display touch del PCM da 12,3 pollici fornisce ulteriori informazioni nel menu Hybrid. Grazie a questa novità sono quindi disponibili il flusso di energia corrente, i valori associati al consumo, l'autonomia residua e le tratte a zero emissioni.

Climatizzazione del veicolo da fermo di serie: possibilità di preselezionare riscaldamento e raffrescamento

La nuova Cayenne E-Hybrid combina le prestazioni tipiche di Porsche con un comfort ulteriormente migliorato. La climatizzazione a veicolo fermo è ora divenuta di serie. Allo stesso tempo, però, è possibile anche attivare il precondizionamento. Ciò consente all'abitacolo di riscaldarsi o raffreddarsi prima dell'avvio senza dover accendere il motore a combustione. Entrambe le funzioni possono essere gestite o programmate tramite il PCM o mediante la Porsche Connect App. Grazie a questa innovazione è dunque possibile liberare da ghiaccio e neve i cristalli già prima di partire, per cui conducente e passeggeri possono salire a bordo godendo di piacevoli temperature interne. Di contro, la stessa esperienza di comfort è offerta anche dalla funzione di raffrescamento, utile ad esempio in estate, quando il SUV può essere precondizionato dopo essere stato a lungo esposto ai raggi solari. Inoltre, per la prima volta nella Cayenne E-Hybrid è disponibile il climatizzatore automatico quadrizona opzionale, grazie al quale gli occupanti possono regolare la distribuzione della temperatura individualmente in base alle proprie esigenze. Da non dimenticare, inoltre, i sedili posteriori ventilati, ora disponibili come optional nella nuova Cayenne E-Hybrid.

Ancora più funzioni: Porsche Connect e Porsche Charging Service

Porsche Connect offre al cliente diverse opzioni che consentono una maggior connessione con la Porsche. Ad esempio, le informazioni sul veicolo possono essere richiamate da remoto e le funzioni selezionate possono essere gestite anche tramite l'app. La Porsche Connect App mostra, tra le altre cose, autonomia elettrica e autonomia complessiva, livello di carica della batteria e tempo di carica rimanente. Grazie ad essa anche la climatizzazione a veicolo fermo, ovvero il riscaldamento e il raffrescamento del veicolo ad accensione disinserita, può essere controllata individualmente. In più, la novità permette di ricercare, classificare e acquisire direttamente le colonnine di ricarica quale destinazione per la navigazione.

Il nuovo Porsche Charging Service semplifica anche l'utilizzo delle infrastrutture di ricarica pubblica (stazioni di ricarica AC e DC), senza che sia necessaria un'ulteriore registrazione presso il fornitore, secondo una formula di portata pressoché internazionale (pur non essendo ancora disponibile in tutti i Paesi). La fatturazione avviene direttamente tramite il Porsche ID Account e garantisce un prezzo nazionale unitario in base alla rispettiva potenza di ricarica presso tutte le stazioni di ricarica collegate. Il cliente può visualizzare la stazione di ricarica desiderata sul PCM o tramite l'app per smartphone e acquisire i relativi dati all'interno della navigazione. Inoltre, il servizio offre informazioni in tempo reale sulle stazioni di ricarica gratuite, sul tipo di connettore di ricarica richiesto e sulla potenza di ricarica.

next item
Cayenne con nuovi sistemi di assistenza, funzioni e dettagli sugli equipaggiamenti
previous item
Highlight