Tre anteprime per il pubblico a Ginevra: la nuova 911 Cabriolet, la 718 T e la Macan S

Porsche al Salone dell'Auto di Ginevra 2019

Quattro mesi fa Porsche ha presentato la nuova 911 a Los Angeles: l'ottava generazione della sportiva senza tempo è potente, veloce e digitale come mai prima d'ora. Giusto in tempo per l'inizio della primavera, ecco la successiva anteprima all'89° Salone dell'Auto di Ginevra: la nuova 911 Cabriolet. Anche per la 911 a tetto scoperto, la regola non cambia: Porsche perfeziona la sua icona con la debita cura, ma in modo coerente. Più dinamica, efficiente e avanzata di sempre. Con il suo motore biturbo da 450 CV (331 kW) per i modelli S che consente di raggiungere velocità massime superiori a 300 km/h e un'accelerazione fino a 100 km/h in meno di quattro secondi. Con il nuovo cambio a doppia frizione a 8 rapporti e la modalità Porsche Wet per un comportamento di marcia ancora più sicuro su strada bagnata. E con il design, che interpreta in chiave moderna gli elementi classici della storia della 911, sia all'interno che all'esterno.

La nuova 911 Cabriolet prosegue una lunga tradizione: infatti, la prima Porsche era una vettura scoperta. Nella gamma 911, questa variante di carrozzeria ha fatto il suo debutto più di trenta anni fa ma ancora oggi simboleggia esperienze di guida particolarmente intense. Grazie al nuovo sistema idraulico sono sufficienti solo dodici secondi per aprire e richiudere completamente la capote di tela dal peso ottimizzato a velocità fino a 50 km/h. La struttura della copertura ad alto contenuto tecnologico, realizzata come sempre internamente in Porsche utilizzando il magnesio come materiale principale, evita l'effetto rigonfiamento del tetto alle alte velocità.

La seconda importante novità in mostra a Ginevra è la Porsche 718 T. La nuova variante touring per Boxster e Cayman abbina il quattro cilindri turbo da 300 CV (220 kW) a componenti dinamici all'avanguardia, come il pacchetto Sport Chrono e il telaio sportivo PASM, che comprende un assetto ribassato di 20 millimetri. L'equipaggiamento di serie include anche i supporti adattivi del powertrain PADM e il Porsche Torque Vectoring con bloccaggio trasversale posteriore meccanico. Entrambi sono ora disponibili per la prima volta in abbinamento al motore boxer da 2,0 litri. Nel complesso, tutto questo sintetizza il carattere prestazionale della due posti sportiva in un'esperienza Porsche particolarmente accesa: il campo d'azione della 718 T sono le tortuose strade secondarie, e l'obiettivo primario è la pura felicità di trovarsi alla guida di un'auto "vera". Con il suo equipaggiamento basilare, questa vettura concentrata sull'essenziale raccoglie l'eredità della 911 T del 1968 e della 911 Carrera Clubsport del 1987.

Anche la nuova Macan S si mostra per la prima volta a Ginevra davanti al grande pubblico. Porsche ha perfezionato significativamente la Macan dal punto di vista del design, del comfort, della connettività e della dinamica di guida. Il DNA stilistico Porsche si ritrova nella tradizionale fascia tridimensionale delle luci posteriori a LED di questo SUV compatto. La tecnologia LED sarà disponibile di serie successivamente anche per i fari anteriori. Tra le novità di maggiore spicco nell'abitacolo vi sono il grande schermo touchscreen da 10,9 pollici del nuovo Porsche Communication Management (PCM), le nuove bocchette di ventilazione, ridisegnate e riposizionate, e il volante sportivo GT già montato sulla 911 (a richiesta). Il PCM consente di accedere a nuove funzioni digitali, come i comandi vocali intelligenti e il navigatore online di serie. Cresce anche l'offerta di equipaggiamenti comfort, che ora vede la presenza dell'assistente per la guida in colonna, dello ionizzatore e del parabrezza riscaldabile. La Macan S avrà sotto il cofano un nuovo V6 da tre litri di cilindrata e turbocompressore Twin-Scroll inserito nel Central Turbo Layout. La vettura raggiunge 354 CV (260 kW) di potenza e 480 Nm di coppia. Il cambio a doppia frizione a sette rapporti (PDK) e la trazione integrale Porsche Traction Management (PTM) sono perfettamente messi a punto per lavorare con il nuovo motore.

Porsche in Svizzera: predilezione per vetture sportive di elevata potenza

70 anni fa, nel 1949, il costruttore di vetture sportive presentò per la prima volta i propri veicoli al Salone dell'Auto di Ginevra. Porsche Schweiz AG con sede a Rotkreuz ha registrato nel 2018 una lieve flessione delle consegne, fermandosi a 3.350 vetture. Ma i modelli più potenti continuano a essere quelli più apprezzati. Dell'icona 911 sono state consegnate 962 unità, il 10% in più dell'anno precedente, mentre le Turbo/Turbo S e GT si sono spartite il 56% delle vendite. Anche nel 2018 la Macan è stata il modello Porsche più richiesto dai clienti svizzeri, con 1.068 esemplari consegnati. Sin dal lancio sul mercato nel 2014 sono state ritirate complessivamente 7.035 vetture. Nel segmento Gran Turismo Porsche ha potuto fare leva sulla tecnologia ibrida orientata alle prestazioni: la quota di modelli ibridi plug-in è salita nel 2018 al 59% di tutte le Panamera consegnate. Il 20% di queste unità è rappresentato dalla versione top Panamera Turbo S E-Hybrid.

next item
La nuova 911 Cabriolet