Il lancio della terza generazione della Porsche Cayenne

Nuovi motori, nuovo telaio, una logica dei comandi all'avanguardia e maggiore connettività

Porsche presenta la terza generazione della Cayenne. Il celebre modello del produttore di auto sportive di Stoccarda si appresta a essere presentato come un progetto totalmente nuovo, che combinerà ancor meglio le prestazioni tipiche delle Porsche con la massima attitudine all'uso quotidiano. Potenti motori turbo, un nuovo cambio Tiptronic S a otto rapporti, nuovi sistemi telaio e una logica di visualizzazione e di comandi all'avanguardia supportata da una connettività a 360 gradi ampliano la differenziazione tra sportività e comfort. Al momento del lancio sul mercato si potrà scegliere tra due nuovi motori sei cilindri. L'unità motore turbo da tre litri della Cayenne, con i suoi 250 kW (340 CV), eroga 29 kW (40 CV) in più rispetto al suo predecessore. Il motore biturbo V6 da 2,9 litri permette alla Cayenne S di raggiungere i 265 km/h grazie ai suoi 324 kW (440 CV), con un incremento di 15 kW (20 CV). La nuova Cayenne S, equipaggiata con il pacchetto Sport Chrono opzionale, raggiunge i 100 km/h in meno di cinque secondi partendo da ferma.

La Cayenne è in larga misura ispirata alla 911, icona dell'auto sportiva: Il SUV, rielaborato anche sul piano estetico, in questa terza versione è disponibile per la prima volta con pneumatici misti e asse posteriore sterzante. In aggiunta a queste caratteristiche tipiche di un'auto sportiva, la trazione integrale attiva di serie, il Porsche 4D Chassis Control, le sospensioni pneumatiche a tre camere e la stabilizzazione elettrica del rollio Porsche Dynamic Chassis Control (PDCC) migliorano le prestazioni su strada. L'attitudine off-road della Cayenne, che ora pesa 65 chilogrammi in meno del modello precedente nonostante il notevole ampliamento delle dotazioni di serie, è preservata in tutto e per tutto.

Un linguaggio della forma dinamico: design più rigido e ruote più grandi

Sportiva, precisa e ben definita – nuova eppure familiare: la fisionomia della Cayenne è stata sviluppata in maniera mirata nello stile che il design Porsche ha nel DNA. Le prese d'aria anteriori maggiorate sono un chiaro indizio del potenziamento delle prestazioni. I nuovi bordi orizzontali delle luci conferiscono già da fermo al SUV una presenza più ampia e atletica. L'aumento di 63 millimetri della lunghezza esterna, a fronte dell’interasse rimasto invariato (2.895 millimetri) e dell'altezza ridotta di nove millimetri rispetto al modello precedente rafforzano l’immagine elegantemente affusolata dei 4.918 millimetri di lunghezza e 1.983 di larghezza, esclusi gli specchietti, di questa Cayenne. Il volume del vano bagagli è di 770 litri – un'espansione di 100 litri. Ruote che misurano un pollice in più di diametro – per la prima volta con ruote e pneumatici più ampi sull'asse posteriore – rendono visibile la maggiore dinamica di guida. Tra la grafica tridimensionale delle nuove luci posteriori e la banda luminosa continua a LED emerge la scritta tridimensionale Porsche.

Per quanto concerne i fari, Porsche offre un nuovo sistema di illuminazione a tre livelli: ciascuna Cayenne è equipaggiata di serie con fari LED. È inoltre possibile scegliere la nuova versione del Porsche Dynamic Light System (PDLS), che offre diverse modalità di illuminazione, tra cui luci di curva e da autostrada. Il nuovo faro principale a matrice di LED con PDLS Plus rappresenta il top della gamma. 84 diodi luminosi orientabili singolarmente consentono una totale variabilità della ripartizione e dell'intensità della luce. Grazie a tale sistema la Cayenne dispone di nuove funzioni quali i fari di profondità che non provocano abbagliamento ai danni delle auto in senso opposto e il controllo adattivo dell'abbagliamento prodotto sui segnali stradali.

Lancio sul mercato di Cayenne e Cayenne S

Il nuovo SUV Porsche viene presentato in due versioni. La Cayenne, con motore turbo a sei cilindri da tre litri di cilindrata, eroga 250 kW (340 CV) e sviluppa una coppia di 450 Nm, che garantiscono già al modello base prestazioni di guida impressionanti: accelera da 0 a 100 in 6,2 secondi (5,9 con il pacchetto Sport Chrono). La velocità massima è di 245 km/h. Il secondo modello presentato al mercato è la Cayenne S, che dispone di un motore V6 biturbo da 2,9 litri. Tale gruppo motore, anch'esso di nuova realizzazione, eroga 324 kW (440 CV) raggiungendo una coppia di 550 Nm. Si tratta di 15 kW (20 CV) in più rispetto al modello precedente. Si riduce di conseguenza a 5,2 secondi (con il pacchetto Sport Chrono 4,9) il tempo necessario per l'accelerazione da 0 a 100 km/h. La velocità massima è di 265 km/h.

Più veloci su strada, ancor più superiori su tutti i terreni: i nuovi Tiptronic S e Porsche Traction Management

La Cayenne deve il suo ancor più ampio spettro di prestazioni, che spaziano dalla sportività al comfort, non da ultimo al nuovo cambio Tiptronic S. Tempi di reazione più brevi e trasmissioni più sportive nei rapporti inferiori agevolano tanto la performance su strada quanto la capacità di adattarsi a tutti i terreni. All'estremo opposto della gamma, oggi più ampia che mai, il lungo rapporto dell'ottava velocità consente di contenere il numero di giri e ottimizzare i consumi nei tragitti rilassati.

Anche sui terreni impervi la Cayenne regala il piacere di una guida semplice. Le modalità Offroad preimpostate rendono semplice per il conducente la scelta della configurazione adeguata. L’impostazione predefinita è il programma da strada. Altri quattro modi consentono di attivare l'adattamento a terreni leggeri: fondo fangoso, sabbia o terreno roccioso. In base alla selezione, forza motrice, telaio e bloccaggi vengono adattati allo scenario corrispondente. Per quanto riguarda la distribuzione della forza motrice, Porsche impiega la trazione integrale su tutti i modelli della Cayenne. Il Porsche Traction Management (PTM) ripartisce la forza motrice in modo totalmente variabile tra gli assi motori. Il concetto di hang adottato è un principio chiave alla base dell'eccezionale rendimento in termini di guida sportiva della Cayenne. Al tempo stesso soddisfa pienamente le maggiori esigenze di trazione sui terreni impervi.

L'esempio della 911: telaio leggero e pneumatici misti

La nuova Cayenne riassume in un design nuovo tre concezioni di telaio: auto sportiva, fuoristrada e Limousine da viaggio. Questa è la funzione del nuovo telaio leggero con asse anteriore a bracci indipendenti e sospensione posteriore multi link. Un tipico segno distintivo da auto sportiva: i nuovi pneumatici misti montati ora su ruote da almeno 19 pollici. Migliorano la stabilità e la dinamica di guida in curva. Come optional, Porsche propone per la Cayenne cerchi fino a 21 pollici.

Innovazioni: asse posteriore sterzante, sospensioni pneumatiche, stabilizzazione del rollio

Questa configurazione offre i presupposti ottimali per i sistemi telaio attivi, che vengono analizzati e sincronizzati dal sistema di regolazione del telaio Porsche 4D-Chassis-Control integrato. Il sistema interviene in tempo reale ed è in grado di ottimizzare ulteriormente il comportamento del veicolo. Ad eccezione del sistema di ammortizzazione attivo PASM (di serie sulla Cayenne S), tutti i sistemi telaio sono delle innovazioni. Per la prima volta è possibile scegliere per la Cayenne un asse posteriore sterzante elettrico. Il sistema, ampiamente collaudato tanto sulla 911 quanto sulla Panamera, migliora l'agilità in curva e la stabilità durante i cambi di corsia a velocità elevate. Il raggio di sterzata ridotto agevola inoltre la manovrabilità del SUV nell'uso quotidiano.

Le sospensioni pneumatiche adattive con la nuova tecnologia a tre camere, disponibili su richiesta, ampliano ancora una volta sensibilmente la differenziazione tra la rigidità sportiva e un comfort di viaggio pari a quello di una Limousine. Nell'impiego fuoristrada il sistema consente, come sempre, l'adeguamento della distanza dal suolo. Gli amanti della guida sportiva hanno la possibilità, con lo stabilizzatore di rollio opzionale Porsche Dynamic Chassis Control (PDCC), del passaggio dal sistema idraulico a quello elettrico. La conversione è resa possibile dalla potente rete di alimentazione a 48 volt. I tempi di reazione più brevi consentono una dinamica di guida ancora più precisa – e, a velocità moderate, un ulteriore miglioramento del comfort.

Anteprima mondiale: Porsche Surface Coated Brake con rivestimento in carburo di tungsteno

Con l'innovativo Porsche Surface Coated Brake (PSCB) la casa produttrice di auto sportive riveste ancora una volta un ruolo pionieristico nello sviluppo di freni ad alte prestazioni. La novità a livello mondiale è disponibile su richiesta per tutte le Cayenne e consta di un disco in fusione di ghisa grigia con rivestimento in carburo di tungsteno. Tale lavorazione migliora l’attrito. Si riducono l'usura e le polveri di frenatura. L'esclusivo freno Porsche si contraddistingue altresì sul piano estetico: le pinze dei freni sono verniciate di bianco e la superficie del disco sviluppa dopo la frenata una lucentezza unica. Il PSCB è disponibile solo in combinazione con cerchi da almeno 20 pollici. Il freno in ceramica Porsche Ceramic Composite Brake rappresenterà in futuro il top della gamma.

Il nuovo pacchetto Sport Chrono con il Porsche Stability Management Sport

Il potenziale sportivo della nuova Cayenne ha ancora molto altro da offrire. Per questo Porsche ha impiegato il pacchetto Sport Chrono, seguendo l'esempio delle auto da corsa. Un segno visibile è l'interruttore Mode sul volante. Oltre ai modi Normal, Sport e Sport Plus, il conducente può anche selezionare un modo con configurazione personalizzata. Una pressione del pulsante centrale Sport Response attiva le curve caratteristiche del motore e del cambio impostate sulle prestazioni massimali. Completa il pacchetto Sport Chrono la modalità Sport del Porsche Stability Management, attivabile separatamente, che consente al conducente di esplorare pienamente il potenziale di dinamica di guida della nuova Cayenne.

Un peso inferiore significa meno consumi e un piacere di guida ancora maggiore

La struttura delle auto da corsa è una struttura leggera. Sulla falsariga della 911 e della Panamera, anche la nuova carrozzeria della Cayenne consiste in una sapiente integrazione di metallo leggero e acciaio. Il rivestimento esterno è realizzato interamente in alluminio. Anche il gruppo del pavimento, l'avantreno e pressoché tutti i componenti del telaio sono in metallo leggero. Un tratto saliente tecnico particolare è l'innovativa batteria di avviamento ai polimeri di litio e ferro, che da sola consente un risparmio di peso di dieci chilogrammi rispetto al modello precedente. Nel complesso il peso a vuoto della Cayenne è sceso da 2040 a 1985 chilogrammi – questo nonostante il notevole arricchimento delle dotazioni di serie, tra cui i fari principali a LED, le ruote più grandi, il ParkAssistant anteriore e posteriore, il modulo telefono LTE comprensivo di hotspot Wi-Fi, i servizi Porsche Connect e la protezione predittiva dei pedoni.

Evoluzione digitale: Porsche Advanced Cockpit ed il nuovo Porsche Communication Management

Con il passaggio generazionale la Cayenne inaugura un nuovo capitolo relativamente all’interazione fra conducente e veicolo. Il Porsche Advanced Cockpit è integrato in un ambiente lussuoso in chiave sportiva. Il cardine della nuova logica di visualizzazione e di comandi Porsche, introdotto lo scorso anno con la nuova Panamera, è il touchscreen Full-HD da 12,3 pollici che contraddistingue l’ultima generazione del Porsche Communication Management (PCM). Molteplici funzioni digitali possono essere gestite in maniera intuitiva – anche tramite comandi vocali. Il Porsche Connect Plus di serie consente l'accesso a Internet e ai servizi online. Tra questi ad esempio la navigazione online di serie con informazioni in tempo reale sul traffico. La nuova consolle centrale riunisce elementi analogici di comando relativi alle funzioni principali del veicolo. Ulteriori pulsanti sono armoniosamente integrati sulla superficie touch in vetro, simile a quella di uno smartphone, ma in aggiunta restituiscono un feedback acustico e aptico quando vengono utilizzati. Il conducente può consultare, come da tradizione Porsche, un contagiri analogico collocato al centro. Quest’ultimo è affiancato da due display Full-HD da sette pollici, che visualizzano tutti gli altri dati di marcia rilevanti e le informazioni selezionabili personalmente dal volante multifunzione. Tra i più importanti sistemi di assistenza sono presenti un assistente di visione notturna con termocamera, un assistente per i cambi di corsia, un assistente al mantenimento della corsia, che integra il riconoscimento dei segnali stradali, un assistente per la guida in colonna, il ParkAssistant corredato di Surround View e il Porsche InnoDrive, che comprende il sistema adattivo di regolazione della velocità.

La vostra personalissima Cayenne – maggiore personalizzazione e più servizi online

Il nuovo Porsche Communication Management introduce un nuovo livello di personalizzazione. Non solo la schermata iniziale e il menu principale possono essere adattati alle proprie preferenze. È anche possibile configurare fino a sei profili personali. Oltre a una molteplicità di impostazioni per gli interni, ciascun profilo memorizza parametri relativi alle luci, alla configurazione di guida e ai sistemi di assistenza. A seconda delle dotazioni il conducente può richiamare le proprie impostazioni personali per i nuovi sound system Bose® e Burmester®. Inoltre la nuova Cayenne è sempre online, se il conducente lo desidera. Grazie alla scheda SIM LTE integrata, si hanno a disposizione i servizi estesi di Connect Plus. In tal modo si può ad esempio programmare a distanza il riscaldamento a vettura ferma dal proprio smartphone. Rientra inoltre nella nuova offerta di serie anche l'App Offroad Precision, sviluppata appositamente per la Porsche Cayenne, che offre la possibilità di documentare dettagliatamente i tragitti fuoristrada e migliorare le proprie capacità con l'ausilio delle riprese video.

next item
La 911 GT3 con pacchetto Touring celebra la sua anteprima mondiale al salone IAA
previous item
Ancor più 911 nel SUV: la nuova Porsche Cayenne Turbo